martedì 22 agosto 2006

Superman ritorna!

Giovedì 17 nottata al cinema a vedere il ritorno dell’Uomo d’Acciaio firmato Bryan Singer.
Il film è tutto sommato gradevole nella sua inevitabile potenza di fuoco da mega-produzione da quasi 200 milioni di dollari!
Buona, direi, la prova del “nuovo” Superman Brandon Routh anche se più a suo agio nei panni umani di Clark Kent che in quelli dell’alieno venuto da Krypton. Buona pure l’interpretazione di Lois Lane da parte di Kate Bosworth e passabile la prova da belloccio di James Marsden (già “apprezzato” Ciclope). Su Kevin Spacey il discorso è più complesso. Spacey è un grande attore (che adoro) ma credo che la caratterizzazione di Luthor in generale sia quella che non mi va più giù. La necessità di farne un’inarrivabile mente criminale, un intelletto malvagio capace di tessere una trappola mortale per Sup e al contempo un gran burlone isterico, circondato da una banda di sgangherati “criminali” credibili quanto Valeria Marini che vince il Nobel per la Fisica. Un vero mad doctor da anni ’50. Ecco gli anni ’50… il film sembra essere ambientato ai giorni nostri ma poi ecco “pezzi” di anni ’50, ingenui, fuori tempo… La richiesta di sospensione dell’incredulità diventa troppo spesso dura da sostenere (specie se già in partenza si sa che uno con gli occhiali è Kent, senza è Superman… e nessuno lo riconosce! Ma questo si sa, no?). E poi se si riesce ad inventare (e far approvare) soluzioni narrative mai viste nel fumetto (chi ha visto il film sa a cosa mi riferisco) non si capisce come non si possa fare uno sforzo per fare un Superman maggiormente “credibile”.
La mia posizione è che il Batman Begins di Nolan sia una prova di gran lunga più riuscita di questo rilancio per il nuovo millennio del mito in celluloide dell’ Uomo d’Acciaio. Ma devo ammettere che come character Sup è molto più difficile da gestire dell’Uomo Pipistrello.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao, ho letto la rece su Superman...sei stato troppo clemente; io l'ho trovato molto lungo e noioso e non ho apprezzato la recitazione di nessun attore...tutti un po' bellocci e anonimi. La trama e i dialoghi sono inesistenti, già visti e sentiti mille volte. Tutte le
citazioni e i rifacimenti al vecchio superman 1 (molto meglio di questo) stancano.

SEGUONO SPOILERS ESPLICITI



Le cose che ho trovato più tremende: il marito di
Lois pilota che tiene l'idrovolante ancorato davanti a casa si capisce subito che sia lui che il suo aereo serviranno a qualche cosa nel film e questo infastidisce...è forzato, assurdo il disinteressamento generale x il blackout e il fatto che solo Lois
riesca a scoprire da dove è partito e ci si rechi col figlioletto arrivando fin dentro lo yacht di Luthor senza che nessuno se ne accorga; possibile
che la villa non avesse per lo meno un cancello?? ... e poi far fare il tediosissimo monologo al cattivone dopo la parodia dei super ne "gli incredibili" è involontariamente molto ridicolo...basta!! Che
palle!!Gli effeti speciali poi sono usati in maniera totalmente priva di fantasia...il mare e i cristalli, il terremoto sembrano puro copia incolla da King Kong, l'alba del giorno dopo, armageddon etc
etc...

giudizio: bleah!!

Secondo me questo film fa più che altro pena e tristezza per i soldi spesi male nel farlo e da me per essere andato a vederlo.
Lo sconsiglio vivamente

Furanko

Mirko ha detto...

Cazz... mi avete distrutto il film.. >___<
Comunque lo vedrò lo stesso per puro interesse lavorativo...

mirko