venerdì 22 dicembre 2006

Il Bianco Barbuto e il Nuovo che arriva

AUGURONI DI BUONE FESTE a tutti e...
ci si ritrova on-line il prossimo anno ;)!

[illustrazione in tema del divino James Jean]

giovedì 21 dicembre 2006

American P.

Mi ritrovo a canticchiare (più o meno) il ritornello di una canzone dei D12, American Psycho II.
E' B-Real che "starnazza" nel suo solito incedere.

[B-Real - Chorus]
I'm a little bit off the chain, call me insane,
but the fact remains, that I'm a psycho.

Better get it through your brain, when you say my name,

never say it in vain, cause I'm a psycho.

A te capita? No?
Uhmmm... molto poco natalizio, dici?
Ehmmm... così va la vita!

mercoledì 20 dicembre 2006

mumble mumble... interessante!

Interessa il connubio Fumetto e Filosofia?
Ebbene... scopro che la rivista Diogene (in uscita nelle edicole il n. 6), "il primo e unico magazine di filosofia per tutti" oltre a trattare argomenti di un certo rilievo (nell'ultimo numero l'attenzione è puntata sul multiculturalismo e sulla convivenza fra culture diverse), si occupa anche di... FUMETTI!
Qualche titolo di articolo?
* Bergson e Cocco Bil. Teoria e pratica della risata nei comics di Iacovitti
* I Simpson e l'etica kantiana
* La geografia inattuale di Corto Maltese
* Charlie Brown e l'esistenzialismo
* L'etica dei manga

Che dire, merita un'occhiata, no?
il vostro smoky filosofo!

lunedì 18 dicembre 2006

PIRATI FINALMENTE!

Come ormai è noto durante Lucca Comics, ispirato dal manifesto di Gipi, ho girato tra i disegnatori amici "armato" di un'agenda Moleskine chiedendo la realizzazione di un... pirata!
Potete ammirare l'intera gallery di 35 pirati (e pure qualche piratessa) su Ultrazine.org cliccando QUI grazie al mirabile lavoro dell'amico e multi-talentuoso UZ-webmaster Daniele Tomasi!!!.
Buona visione e... consideratelo un fumoso regalo di Natale anticipato! ;)

venerdì 15 dicembre 2006

Act as a loser in the week.end ;)

Soy un perdedor
I'm a loser baby,
so why dont you kill me?
(I can't believe you)

Soy un perdedor
I'm a loser baby,
so why dont you kill me?

Soy un perdedor
I'm a loser baby,
so why dont you kill me?
(schprechen sie deutches, baby)

Soy un perdedor
I'm a loser baby,
so why dont you kill me?
(know what Im sayin?)

[excerpt from Loser by Beck]

COSE CHE LEGGO

Procedo a caso, sia in riferimento ai tempi che ai modi.

Lost Girls. Lo ammetto: non ho ancora finito di leggerlo. Ho letto il primo volume. Notevole e ricco di tutte le qualità di scrittura di Moore: l'attenzione ai particolari, la caratterizzazione dei personaggi, la simmetria. E... in tre agili capitoletti di 8 pagine Moore rilegge in chiave erotica le vicende delle sue eroine - Wendy, Alice e Dorothy - , raccontate nei classici Peter Pan, Alice nel Paese delle Meraviglie e il Mago di Oz.
La Voce del Fuoco. Sempre Moore, ma stavolta è... un romanzo. Finalmente in Italia, con traduzione affidata agli eccellenti e temerari Leonardo Rizzi e Michele Foschini. Ho letto parte del primo, impegnativo capitolo raccontato attraverso la voce di un piccolo primitivo. Un dizionario ridotto per catturare nella narrazioni quel passato remoto. Nella versione inglese (che lessi, altra confessione, a campionature) è uno scoglio arduo da superare... e in italiano, lo stesso! Ammetto d'essermi commosso di fronte al racconto del bimbo della perdita della madre. Magistrale... e che fatica ripagata!
Brancaccio. Giovanni Di Gregorio (testi) e Claudio Stassi (disegni) raccontano la vita prigionieri della mafia. Un racconto affilato, veloce, che colpisce come un diretto al mento. Una prova da applausi sia per la qualità artistica sia per l'impegno di denuncia. E' stato per me un grande onore fare la conoscenza di Giovanni e Claudio in quel di Lucca Comics. Spero lo stesso per loro ;) Cmq, prevalga la Sardegna!
Le cose nascoste e Il sequestro Moro. Altra ammissione: sono ammaliato dal segno di Paolo Parisi. Dalla sua pacatezza, dai suoi silenzi, dal ritmo pensato, posato delle sue tavole che ti ipnotizzano con l'apparente semplicità di pochi tratti. Se non avete mai letto nulla di Parisi, vi siete persi qualcosa. Parola di smoky.
Exit. Thomas Ott è un genio. Punto.
Barcode. Massimiliano De Giovanni e Andrea Accardi. Giappone, sette segrete, un pizzico di fantascienza. Azione ed intrattenimento intelligente. Ritmo nella sceneggiatura (anche se il finale forse è un po' affrettato) e il meraviglioso bianco e nero di Accardi. Da opzionare ad occhi chiusi per un adattamento cinematografico.
Il Commissario Spada N.4. Semplice meraviglia e sbalordimento nel ritrovare le tavole di De Luca. Immenso. La storia Fantasmi è un gioiello del fumetto mondiale. Da inserire nelle letture scolastiche obbligatorie.
S. di Gipi. Ultima fatica dell'autore italiano più acclamato degli ultimi anni. E con pieno merito. Un romanzo autobiografico intenso, struggente, emozionante, caratterizzato da un calibrato montaggio non lineare e dalla tavolozza perfetta. Imperdibile.
Worldstorm. Letture da 1 neurone o poco più, anche se qualche speranza l'avevo per il rilancio dell'Universo gestito da Mr. sorriso Jim Lee (qui lo dico e qui lo nego: forse, il disegnatore di supereroi definitivo!) anche per via degli sceneggiatori coinvolti. Authority #1: una delusione assoluta. Non succede nulla. Morrison prende letteralmente in giro il lettore e Gene Ha non ha mai disegnato peggio. Wildcats #1: un gradino più sù. Ma di poco. Quantomeno ci sono più vignette e un accenno di storia, sempre da quel simpaticone di Mr. Morrison. Midnighter #1: sufficienza stiracchiata. Il segno solare di Sprouse sembra sposarsi poco con il personaggio mentre Ennis piazza qualche trovata, ma è ancora presto per esprimersi. Certo i suoi The Boys sono altra cosa.
Romanitas. Sul comò giace anche questo romanzone. Il concept? L'impero romano non è mai caduto e domina quasi la totalità del globo! Al momento ho letto una trentina di pagine e l'intrigo sembra poter reggere la trovata. Chi vivrà vedrà.

That's all folks!

*** Abbiamo parlato di:
  • Lost Girls di Alan Moore (testi) & Melinda Gebbie (disegni), $ 75, Top Shelf.
  • La Voce del Fuoco di Alan Moore, romanzo, 326 pagg., € 16,50, Edizioni BD
  • Le cose nascoste di Paolo Parisi, Schizzo Presenta n°7., CFAPAZ
  • Il sequestro Moro di Paolo Parisi, 123 pagg., € 14, Becco Giallo
  • Exit di Thomas Ott, 96 pagg., € 12,00, Black Velvet
  • Barcode di M. Di Giovanni (testi) e A. Accardi (disegni), 96 pagg., € 12,00, Kappa Edizioni
  • Il Commissario Spada N.4 di G. Gonano (testi) e G. De Luca (disegni), 268 pagg., € 17,50, Black Velvet/Edizioni BD
  • S. di Gipi, 112 pagg., € 15,00, Coconino Press
  • Authority N.1, Grant Morrison (testi), Gene Ha (matite), $ 2.99, Wildstorm/DC Comics
  • Wildcats N.1, Grant Morrison (testi), Jim Lee (matite), $ 2.99, Wildstorm/DC Comics
  • Midnighter N.1, Garth Ennis (testi), Chris Sprouse (matite), $ 2.99, Wildstorm/DC Comics
  • Romanitas di Sophia McDougall. romanzo, 320 pagg., € 9,90, Newton & Compton

svegliami (se puoi)

Giovanni Lindo in loop salmodia, incide, affonda...
e mi sento come perso...
svegliami tu, se puoi...

Sezionatori d'anime giocano con il bisturi
Maggioranze boriose cercano furbi e stupidi

Sobillano i malvagi aizzano i violenti

E gli invidiosi indispongono

Intanto Paolo VI non c'è più

E' morto Berlinguer
Qualcuno ha l'AIDS

Qualcuno il PRE
Qualcuno è POST
senza essere mai stato niente

Niente!

Cerco le qualità che non rendono
In questa razza umana

Che adora gli orologi

E non conosce il tempo

Cerco le qualità che non valgono
In questa età di mezzo

Ha conati di vomito la terra

E si stravolge il cielo con le stelle
E non c'è modo di fuggire
E non c'è modo di fuggire mai
Mai!


Svegliami svegliami svegliami...


Io sono perso sono confuso
Tu fammi posto allarga le braccia

Dedicami la tua notte
La notte successiva
E un'altra ancora
Dedicami i tuoi giorni

Dedicami le tue notti
Oggi domani ancora
Stringimi forte coprimi avvolgimi

Di caldo fiato scaldami
di saliva rinfrescami

Vorrei morire oraaa!


Intanto Paolo VI non c'è più

E' morto Berlinguer

Qualcuno ha l'AIDS
Qualcuno il PRE

Qualcuno è POST
senza essere mai stato niente


E trema e vomita la terra
Si capovolge il cielo con le stelle

E non c'è modo di fuggire
E non c'è modo di fuggire mai mai


Svegliami svegliami Svegliami...

Vieni vieni vieni vieni (E trema e vomita la terra)

Vieni vieni vieni vieni (Si capovolge il cielo con le stelle)
Vieni vieni vieni vieni (Arde di sete e vomita la terra)

Vieni vieni vieni vieni


[Svegliami - CCCP]

mercoledì 13 dicembre 2006

WATCHMEN RULE!

[sopra: illustrazione di Giuseppe Palumbo contenuta nel volume Watchmen 20 anni dopo (Lavieri Ed.). Qui in versione a colori.]

Gli amici editori di Lavieri mi hanno comunicato che, dopo poco più di un mese dall'uscita (presentazione durante Lucca Con, dall'1 al 5 Nov.), il nostro volume WATCHMEN 20 ANNI DOPO ha coperto le spese di produzione!
Un grande risultato! Sono molto contento e con me tutti i collaboratori del volume che ringrazio pubblicamente per l'eccezionale contributo.

I dati al 4 Dicembre, dicono che le copie vendute sono state circa 350 (con un apporto fondamentale per la copertura dei costi delle copie vendute direttamente a Lucca Con senza l'aggravio dei costi di distribuzione. Grazie anche a tutti gli autori che sono intervenuti allo stand Lavieri durante la Con e ci hanno aiutato a "spingere" il volume!), su una tiratura di 1000 copie. Sono numeri importanti credo, nel mercato fumettistico italiano, per un volume di critica.

Però. però... siamo solo a metà dell'opera, considerato che l'obiettivo del libro è quello di devolvere una "buona cifra" all'AIMA, l'Associazione Italiana Malattia di Alzheimer. E ci riusciremo!

Per questo ti chiedo di sostenere e promuovere il volume come puoi. Personalmente, analogamente all'altro volume su Moore, penso che il punto della situazione in termini di donazione si potrà fare tra qualche altro mese... stay tuned! Per ora (ri)brindo a questo primo splendido successo!

Chiudo con il commento ricevuto da 2 veri Watchmen - John Higgins e Dave Gibbons - in attesa di un feedback da Mr. Moore ;)

Just got it. It looks brilliant, quality production values, superb illustrations and what can I say about the editorial? The italian looks perfect!!!!!! Nice job it will stay on my shelves until I learn Italian :) John Higgins

Just got it! Looks great, beautiful illustrations and design. I just wish I could read Italian... Thanks to you and all your friends for such a wonderful tribute. Dave Gibbons

martedì 12 dicembre 2006

Altra Musica

Credo d'avere gusti musicali abbastanza eterogenei. Sono curioso di natura.
E ho la fortuna d'avere amici della stessa pasta ed è scontato, quando ci si vede, lo scambio delle nostre scoperte, vecchie e nuove che siano.

Così, qualche giorno fa l'amico Paciolus mi ha "passato" un po' di musica.

Tra le cose che più mi hanno colpito i Bizantina con il loro sud-sound etnico del loro lavoro Zahir. Mi ha colpito in particolar modo la strumentale ed avvolgente Adriatika. A QUESTO link trovate una presentazione del gruppo e anche la possibilità di scarica qualche mp3 (che non guasta)!

L'altra mia traccia del momento è la 4, Year 2000 Non-Compliant Cardia degli scozzesi Mogwai contenuta nel loro eccellente Come On Die Young (1999). Rumore, post-rock, elettronica: suoni che cresco nel cervello come edera. Provare per credere!

dj smoky

lunedì 11 dicembre 2006

Sweet Polly Jean

Who the fuck do you think you are
Get out of my hair
who the fuck do you think you are

Comin' round here
who the fuck who the fuck

who the fuck do you think you are


Get your comb out of there combin' out my hair
I'm not like other girls

You can't straighten my curls
I'm not like other girls

You can't straighten my curls
No!

Who the fuck you tryin' to be
Get your dog away from me!
What the fuck you doing in there
Get your dirty fingers out of my hair


Who who who who

fuck fuck fuck you


I'm free, you'll see

I'm free, you'll see

Lyrics by P. J. Harvey from Who the fuck song
contained in Uh Huh Her album (Island/Universal, 2004)

martedì 5 dicembre 2006

I wanna be Madman

Ho sempre amato Madman. Personaggio poetico, colorato, in un certo senso riconciliante verso un fumetto "spensierato" ma al contempo capace di far riflettere su temi importanti (filosofia, religione, amore... ah, l'ammmore!?!). E poi su tutto lo stile pop di Mike Allred. Semplicemente d-e-l-i-z-i-o-s-o!

Ora, pochi giorni fa, sfogliavo i primi due numeri di The Vault of Mike Allred, la miniserie (di 4) che raccoglie tutta una messe di materiali (articoli, recensioni, disegni, sketch, copertine, etc, etc) sul disegnatore americano.

E mi è venuto in mente che uno sketch di Madman faceva bella mostra su una delle pareti di casa mia!!! E' uno sketch che Daniel Krall realizzò come studio preparatorio alla sua storia contenuta in Madman Super-groovy King-Size Special (Oni Press, 2003). Daniel me lo regalò, credo in cambio di una mia fumosa selezione di fumetti italiani (tra cui ricordo di sicuro un albo Phoenix di 5 il numero perfetto di Igort), quanto contribuì al volume Alan Moore: Ritratto di uno straordinario gentleman con un onirico Constantine che ahimè in tutte le edizioni del volume è stato sempre pubblicato in bianco e nero nonostante fosse a colori. Magari prima o poi lo posterò qui. ;)

Cmq, tornando a Madman, ho fatto scansione dello sketch di Dan e spedito email a Mike Allred. Conclusione: spero di vederlo presto sul prossimo The Vault. Voi cmq potete ammirarlo qui!

Attualmente i volumi di Madman sono editi in Italia da Magic Press.
Oddity Odyssey, "prima" avventura del Pazzo, fu invece pubblicato sul finire degli anni '90 dalla meritoria Smoothouse Publishing. Ora di difficile reperibilità, merita comunque il brivido della ricerca! Assolutamente!

lunedì 4 dicembre 2006

venerdì 1 dicembre 2006

Ode a Bad Trip (by Giacon)

Ricevo e subito posto quanto ricevuto da Massimo Giacon.
Un'ode a Gianluca Lerici, aka Prof Bad Trip a pochi giorni dalla prematura scomparsa.
***************

Who killed the TRAXmen?
di Massimo Giacon

Dopo la morte di Pierre Cianotic*, anche Bad Trippa se ne va.
Cosa sta succedendo?
I veri eroi degli anni '80, quelli che non giravano con le spalle imbottite, con i capelli gonfi e ingelacchiati, quelli che non hanno mai avuto una hit idiota e di conseguenza non sono mai comparsi a Discoring, e quindi non hanno mai avuto un'invitata alle trasmissioni televisive contemporanee sull'Italia da bere.
I veri eroi degli anni '80, dicevo, stanno morendo.
Eroi evidentemente più fragili dei campioni degli anni '70, Piermario e Gianluca non sono sopravvissuti a questo nuovo secolo, che avevano ben previsto nelle loro profetiche opere partorite decenni fa, anni fa, mesi fa, ore fa.
Niente retrospettive al MOMA e al Beaubourg per loro.
Gianluca non era giovane, ma nemmeno vecchio, era in quell'età, come diceva Arbasino, in cui non si è ancora dei celebrati maestri, e non si è più dei giovani promettenti.
Si è nell'età in cui siamo "i soliti stronzi" ( più o meno la mia).
In quest'età le cose che si producono non vengono accolte con l'entusiasmo delle novità, sembra ci siano da sempre, vengono date per scontate.
Poi, di colpo, ti rendi conto che non ci saranno più.
I progetti di cui mi parlava Bad Trip: cancellati.
Non ci sarà nemmeno uno di quei bei libroni che pubblicano Fantagraphics o Last Gasp in USA, con tutte le opere in ordine e bella stampa dei low brow artisti.
Volumi pure di difficile smantellamento, visto che è difficile distruggere tre chili di carta patinata.

La prima volta che vidi le opere di Bad Trip fu da Vittore Baroni.
Dal momento che sono il solito coglione invidioso, quando venni a sapere che veniva da Massa lo bollai immediatamente come provinciale.
Se Vittore me l'avesse spacciato per un giovane californiano mi sarei sperticato in lodi, questo per dire quanto siamo stronzi anche noi nel nostro piccolo mondo cretino del disegno alternativo.
Con l'andare degli anni il suo disegno si staccava dai suoi eroi, e diventava sempre più personale, labirintico.
Il cyberpunk lo adottò come suo cantore, anche se Bad Trip era qualcosa di più di tanta fuffa cyberqualcosa, non a caso Dick e Ballard erano i suoi autori preferiti, insieme a Burroughs, naturalmente.
Tutti grandi sciamani, con una finestra aperta nel nostro presente.
Anche loro sono passati terribilmente di moda, come la fantascienza, che non legge più nessuno, dal momento che la gente pensa che sia l'ultimo modello di cellulare, la fantascienza.
La fantascienza non interessa soprattutto perchè abbiamo perso la capacità di immaginare un futuro, non ci crediamo, ci fa paura.
Eppure il futuro non è una parolaccia.
Chissà se Gianluca pensava che nel futuro sarebbe morto così, le coronarie tappate, quasi senza accorgersene, dopo una settimana di rifiuti " niente ospedale per me, no, niente ciabatte, flebo, bypass e clisteri".
Nei labirintici suoi segni neri, come gallerie scavate dalle termiti all'interno del nostro cervello, cercheremo anche noi di divinare il futuro.
Nel futuro io e Bad Trip formeremo una band di musica psicosessuale.
Nel futuro Bad Trip inventerà una macchina per fare il caffè senza usare il caffè e senza acqua, ma che saprà di caffè.
Nel futuro i disegni di Bad Trip verranno usati per gli albi da colorare dei bambini.
Nel futuro i disegni di Bad Trip prenderanno vita, ma con bizzarri risultati: i personaggi defunti ritratti da Gianluca ( Burroughs, Hendrix, Morrison, Bad Trip etc...) usciranno dalle sue tavole, mentre quelli vivi ( Bush, Berlusconi etc...) verranno confinati negli universi paralleli dei suoi disegni.
E per loro saranno cazzi.

* Perre Cianotic, aka Piermario Ciani

Ehi Ehi, non è finita, anche se potrei finire qui, ma c'è pure un bonus ricordo.

LA PRIMA VOLTA CHE HO INCONTRATO BAD TRIP

Stavo preparando una mostra a Milano, quando entra in galleria un ragazzotto tarchiato, con la faccia da cane, ma l'occhio torvo.
" Tu sei Giacon" mi fa
"Chi , io?"
"Ti ho riconosciuto, sei Giacon e sei un mito, suoni stasera?"
"Sì, beh, veramente ci sarebbe anche una mostra..."
"Allora vado via per un pò, e torno per il concerto..."
Quella sera oltre alla mostra c'era una performance musicale del mio gruppo, I Nipoti del Faraone, e lui arrivò, in prima fila, con la sua maglietta bad trip, la sua tracolla bad trip, il suo eskimo nero bad trip.
Il concerto fece abbastanza schifo.
Lui mi salutò, felice come un bambino " Questa sera una mostra di Giacon e un concerto dei Nipoti del Faraone. Pazzesco!".
E se ne andò.
Con le sue scarpe bad trip.
Con il suo cuore grande.
Libero e stappato.

W3 ossia Weston Watches the Watchmen

Chris Weston, disegnatore straordinario nonchè smoky-friend di vecchia data, mi ha appena comunicato d'aver ricevuto la sua meritata copia del volume Watchmen: 20 anni dopo a cui ha generosamente contribuito.
Non pago di inviarmi i complimenti per il bel tomo, tanta dev'esser stata l'emozione da spingerlo ad agghindarsi come nella foto allegata!
Grande Chris! :-)

PS.: visitate il blog di Chris perchè vale la pena!

Ragazza irresistibile [001]

[Post un po' anomalo, forse... ma il blog è mio... per cui ;)]

Foto splendida. Un bel bianco e nero, noir... un viso da femme fatale. Un viso con un non-so-che di enigmatico. Una bellezza che trovo ammaliante... che... forse, forse... mi ricorda qualcuna. Anzi...
Insomma a me-mi-piace... tanto, tanto!

Ah, il suo nome è Merina e trovate TUTTO QUI. Roba da rimanere ciechi da quanta classe, bellezza e talento ha questa donna!