Visualizzazione post con etichetta Comicon 2012. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Comicon 2012. Mostra tutti i post

venerdì 27 aprile 2012

andate al Comicon (se potete)

Domani parte il Comicon (dal 28 aprile al 1 maggio), una delle manifestazioni fumettistiche Italiane che personalmente ritengo tra le più interessanti e riuscite (sia dal punto di vista della proposta culturale legata al Fumetto che dell'aspetto organizzativo) e a cui sono legato da ricordi indelebili di passate edizioni. 
Quest'anno la manifestazione napoletana è focalizzata sui rapporti tra Nona Arte e Letteratura e propone un programma - come sempre - ricco, ospiti di gran richiamo e mostre intriganti.
A meno di improbabili miracoli dell'ultim'ora non ci sarò e mi dispiace, soprattutto, perdere l'occasione, difficilmente ripetibile, d'incontrare alcuni autori che seguo e stimo (o mi "incuriosiscono"), in particolare quelli internazionali: Enrique Breccia, Melinda Gebbie, Fabio Moon & Gabriel Bá, Killofer.
Chissà forse mi rifarò. Forse... se e quando...

Un "piccolo pezzetto" di me sarà comunque presente: allo stand NPE troverete Ministero dello Spazio, il volume targato Ellis/Weston che ho curato e tradotto.  
Che aspettate ancora qui??? Correte al Comicon, se potete!

lunedì 16 aprile 2012

nello Spazio!

E' ufficiale: in occasione dell'imminente Napoli Comicon, Nicola Pesce Editore pubblicherà Ministero dello Spazio, opera firmata Warren Ellis per i disegni di Chris Weston
Si tratta del fumetto a cui ho lavorato in questi mesi sia come traduttore che come curatore, di concerto con la redazione NPE. Un'interessante ucronia, magistralmente resa graficamente da un Weston in stato di grazia, che "riscrive" la Storia ipotizzando che sia stata la Gran Bretagna a vincere la Corsa allo Spazio.
Un volume fortemente British, ma dal valore universale (come spiega Ellis nella post-fazione al volume), che nel corso della lavorazione mi ha "costretto" a frequenti ripassi di Storia, quella vera, per capirne le "deviazioni" dalla timeline effettiva e di imbattermi in numerosi "personaggi" che l'hanno davvero fatta, la Storia, come Churchill e von Braun (anche se il mio riferimento preferito è quello a Clarke!).

E, ovviamente, sulla trama intessuta da Ellis aleggia concreta, immancabile e meta-fumettistica, la figura di Dan Dare, autentica icona del fumetto britannico che fu.

Informazioni di dettaglio e preview li trovate QUI.
Tally ho!
Copertina del primo numero di Eagle. Disegni di Frank Hampson.